fbpx
26 Maggio, 2020

AVVISO “RIAPRI CALABRIA”

by redazione in News

Sostegno alla liquidità delle microimprese calabresi colpite dalla crisi

 “RIAPRI CALABRIA” è una misura appartenente al progetto complessivo Riparti Calabria, che si innesta nel regime del Temporary Framework elaborato dall’UE per l’emergenza COVID-19.

L’Avviso definitivo, pubblicato il 25 maggio 2020 con Decreto Dirigenziale N°. 5751 del 25/05/2020 (e consultabile al link http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bando/396/index.html) offre un sostegno alla liquidità delle microimprese – operanti sul territorio regionale – che hanno subito le conseguenze economiche del lockdown disposto a seguito dell’emergenza epidemiologica, mediante la concessione di un contributo a fondo perduto una tantum.

NELLO SPECIFICO, IL BANDO SI CONTRADDISTINGUE PER:

  • Dotazione finanziaria pari a € 40.000.000,00 (quaranta milioni)
  • Beneficiari:

Possono presentare domanda a valere sul presente Avviso le Microimprese, la cui attività economica principale è stata sospesa ai sensi dei D.P.C.M. 11 Marzo 2020 e 22 Marzo 2020:

  1. dei settori di cui all’Allegato 2 del presente Avviso (che enumera le attività classificandole per Codice Ateco) nonché le microimprese artigiane operanti nei settori di cui all’Allegato 2 iscritte nell’apposito Albo;
  2. Le microimprese di cui al punto precedente che hanno registrato un fatturato compreso tra Euro 5.000 e Euro 150.000 nel corso dell’anno solare 2019.
  •  Contributo Concedibile pari a euro 2.000 (duemila) per ciascuna impresa richiedente

L’aiuto concedibile non eccede comunque il fabbisogno di liquidità determinatosi per effetto dell’emergenza COVID-19, per il periodo di sospensione delle attività (D.P.C.M. 11 Marzo 2020 e 22 Marzo 2020).

N.B. COME SI DIMOSTRA IL FABBISOGNO DI LIQUIDITA’? L’impresa richiedente dovrà dichiarare un calo del fatturato medio relativo al periodo di chiusura dell’attività per i mesi di Marzo/Aprile 2020; lo stesso deve essere pari o superiore al 33% del fatturato medio mensile dell’esercizio 2019 (faq del 25/05/2020).

  • Cumulabilità

La cumulabilità degli aiuti concessi è disciplinata dalla Com. CE n° C(2020) 1863 fino al del 19/03/2020 e s.m.i., “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” .

  • Requisiti di ammissibilità delle domande (enucleate in via esemplificativa):

attestare la non sussistenza di cause di decadenza, di sospensione o di divieto previste dall’art. 67 del D. Lgs. 159/2011 e s.m.i. o di un tentativo di infiltrazione mafiosa;

  • capacità di contrarre con la PA;
  • non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate relativamente al pagamento delle imposte e tasse o dei contributi previdenziali e assistenziali (DPR 602/1973);
  • avere sede operativa o unità produttiva locale destinataria dell’intervento nel territorio della Regione Calabria;
  • essere regolarmente iscritti alla CCIAA territorialmente competente ovvero nell’apposito Albo Provinciale nel caso delle imprese artigiane o ancora alla Gestione Separata INPS nel caso di professionisti, non iscritti in albi tenuti da ordini professionali.
  • osservare gli obblighi dei contratti collettivi di lavoro e rispettare la normativa in materia di: prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro e delle malattie professionali; salute e sicurezza sui luoghi di lavoro; inserimento dei disabili; pari opportunità; contrasto del lavoro irregolare e riposo giornaliero e settimanale; tutela dell’ambiente;
  • avere il Durc in regola (faq del 25 maggio 2020);
  • essere impresa attiva;
  • presentare una sola domanda a valere sul presente avviso.
  • Modalità di presentazione delle domande

I richiedenti il contributo dovranno presentare, mediante apposita piattaforma informatica:

  • il modulo di domanda (Allegato 1 al presente Avviso) disponibile sul sito calabriaeuropa.regione.calabria.it, firmato dal legale rappresentante dell’impresa con apposta marca da bollo.

Si specifica che la Domanda di cui all’Allegato 1 si compone dell’autocertificazione che l’aiuto concedibile non eccede comunque il fabbisogno di liquidità determinatosi per effetto dell’emergenza COVID-19 e dell’autocertificazione di trovarsi in regola circa gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e secondo quanto previsto, in relazione all’emergenza COVID-19;

  • Documento d’identità del Legale Rappresentante dell’azienda.

PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:

 Fase 1. Il 29 maggio, a partire dalle ore 10,00 e fino alle ore 9,00 del 3 Giugno:

l’utente accede in piattaforma e compila il form di iscrizione. Completata la procedura di iscrizione, carica la domanda e la modifica fino a renderla definitivamente pronta per l’invio.

Fase 2. “Click Day” Il 3 giugno 2020, a partire dalle ore 10,00 e fino alle ore 18,00 dello stesso giorno l’utente invia la domanda acquisendo protocollo, data e orario di ricezione.

Fase 3. Dal 4 Giugno 2020, a partire dalle ore 10,00 e fino alle ore 12,00 del 8 Giugno 2020 l’utente carica in piattaforma gli ulteriori allegati.

  • Iter di valutazione

Le domande presentate saranno esaminate sulla base dei seguenti elementi:

Ricevibilità:

  • inoltro della domanda nei termini e nelle forme previste dal bando;
  • completezza e regolarità della domanda;
  • appartenenza ai settori professionali ivi contemplati e con un fatturato annuo 2019 compreso tra euro 5.000 a euro 150.000

Ammissibilità:

  • Sussistenza di tutti i requisiti di ammissibilità previsti dell’Avviso;
  • Impresa in grado di dimostrare fabbisogni di liquidità a causa dell’emergenza COVID-19 nella misura non inferiore al contributo concedibile.
  • Erogazione del beneficio

Le domande saranno finanziate fino ad esaurimento delle risorse disponibili. A seguito della verifica della ricevibilità e ammissibilità delle istanze ricevute, verrà erogato il contributo in unica soluzione, a partire dal giorno successivo a quello della pubblicazione degli esiti della valutazione.

L’elenco definitivo dei beneficiari di operazioni ammesse, con individuazione dei beneficiari delle operazioni non finanziabili per carenza di risorse verrà approvato con Decreto del Dirigente Generale del Dipartimento Sviluppo Economico – Attività Produttive, pubblicato sul BURC della Regione Calabria e sui siti istituzionali.

Il Settore, anche per il tramite del Soggetto Gestore, trasmetterà ai beneficiari delle operazioni selezionate gli esiti della procedura di selezione e la conseguente ammissione a finanziamento.

 

Lascia un commento