fbpx
Aprile 30, 2020

COVID-19 E RECRUITING

by redazione in News

IL PROCESSO DI RECRUITING AL TEMPO DEL COVID-19

L’emergenza Covid19 ha cambiato radicalmente le nostre abitudini ed ha determinato notevoli cambiamenti per quanto riguarda il mondo del lavoro, dove l’attività digitale è diventata elemento essenziale per la prosecuzione delle attività.

Anche se molti settori economici sono fermi a causa della pandemia, molte aziende hanno continuato a svolgere la propria attività ed alcune di esse hanno continuato ad assumere. Il processo di selezione, in questo caso, si è spostato on line.

L’e-recruitment o on-line recruitment si diffuse nei primi anni ’90 negli Stati Uniti d’America, mentre in Italia il suo sviluppo è stato molto più lento. Le prime forme di reclutamento on line consistevano nell’utilizzo della Job Board, una bacheca virtuale dove era possibile pubblicare degli annunci per chi cercava lavoro.

Oggi, grazie allo sviluppo del web, molte organizzazioni hanno gradualmente modificato il loro modo di fare reclutamento adeguandosi ai rapidi cambiamenti tecnologici. La gestione delle risorse umane ha, infatti,  subito importanti modifiche per ciò che riguarda i suoi processi tipici, ponendo maggiore enfasi sugli strumenti digitali e sviluppando il fenomeno che è conosciuto come Social Recruiting.

CHE COS’È IL SOCIAL RECRUITING?

Il termine Social Recruiting indica la modalità di fare reclutamento del personale tramite social network. I social rappresentano per le imprese un’opportunità per raggiungere un pubblico più ampio e le piattaforme online vengono utilizzate per svolgere vere e proprie attività di ricerca e selezione del personale. Il Social Recruiting assume, inoltre, una valenza strategica per le aziende: evidenziando le posizioni aperte, mettendo al centro le persone che lavorano in azienda, dando risalto alle opportunità di crescita, descrivendo la vita in azienda, i suoi valori e le attività di formazione, si costruisce un canale per fare engagement non finalizzato alla mera pubblicità del prodotto o servizio.

Per quanto riguarda i selezionatori l’utilizzo dei social media dà la possibilità di scoprire chi è realmente il candidato che si trovano davanti perché fornisce informazioni ulteriori rispetto alla narrazione che il candidato mette in atto durante un tradizionale colloquio di lavoro, anche se in alcuni casi i candidati potrebbero non avere un profilo pubblico

SOCIAL MEDIA E SOCIAL RECRUITING durante la fase di emergenza Covid 1

Nel campo dei social media professionali, LINKEDIN è sicuramente il canale più conosciuto e affermato. In questo momento coì complicato e difficile, il social media ha:

  • dato la possibilità di pubblicare gratuitamente, fino al 30 giugno, annunci per profili mission – critical (ad esempio il reclutamento di persone necessarie alle attività essenziali e al comparto sanitario)
  • messo a disposizione i propri dipendenti con esperienza nella selezione del personale per aiutare le organizzazioni a trovare talenti per ricoprire posizioni urgenti nell’ambito dell’iniziativa Recruiting For Good
  • incentivato lo scouting di professionisti in campo medico facendo in modo che i profili presenti sulla piattaforma possano ricevere avvisi e messaggi via mail in tempo reale per poi potersi candidare.

Molte altre iniziative sono state messe in campo anche da tutti gli altri BIG Tech da Google ad Apple ed in questo scenario si inseriscono anche le azioni di tutti i maggiori social media come Facebook, Twitter, TikTok, Instagram, ecc.

Nell’ambito dell’iniziativa SOLIDARIETÀ DIGITALE promossa dall’Agid e dal Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione è possibile inoltre accedere, gratuitamente, a molti servizi digitali che supportano le organizzazioni e i cittadini in diversi ambiti, compreso il reclutamento e la selezione del personale.

Segnaliamo, infine, un’iniziativa molto interessante per chi è alla ricerca di un’opportunità lavorativa che si svolgerà nei prossimi giorni

LA DIGITAL RECRUITING WEEK https://www.digitalrecruitingweek.it/

Una vera e propria fiera del lavoro 100% virtuale, della durata di una settimana – dal 4 all’ 8 Maggio – e di respiro nazionale,rivolta sia alle aziende in cerca di candidati qualificati sia ai laureandi e laureati in cerca di aziende a cui inviare la propria candidatura. Durante la settimana sono previsti, inoltre, dei momenti formativi e di orientamento. Le aziende riceveranno direttamente i curricula ed organizzeranno webinar, lanceranno challenge sfidanti e faranno colloqui in tempo reale tramite video – call a candidati qualificati.

In questo momento così delicato i social rappresentano, non solo uno strumento per distrarci e condividere informazioni, ma il modo più efficace per creare connessioni e restare ancorati al mondo del lavoro. È una fase certamente difficile e complessa ma possiamo cogliere grandi opportunità dal mondo virtuale e digitale che, oggi più che mai, è al centro delle nostre vite!

 

Lascia un commento